Integratori per dimagrire: studi e ricerche importanti

La maggior parte degli integratori per dimagrire non sono efficaci se presi da soli. Anche prodotti particolarmente raccomandati dalle pubblicità danno pochi risultati se non accompagnati da una dieta e dall’esercizio fisico. Le pasticche magiche per dimagrire non esistono, almeno questo è quello che assicurano gli studi effettuati da un’università dell’Oregon che segnalano la maggioranza degli integratori per dimagrire come inefficaci da soli. Vediamo di capirci di più…Integratori per dimagrire studi e ricerche importanti

Uno studio sugli integratori per dimagrire

La nutrizionista che si è occupata di questo studio universitario si chiama Melinda Manore. Per eseguire questa ricerca ha revisionato centinaia di integratori per dimagrire e non ha trovato nessun riscontro per quello che è l’obiettivo di milioni di persone: eliminare i chili di troppo con facilità. Il risultato non è stato proprio uno 0%. C’erano effettivamente alcuni prodotti che riuscivano a far perdere peso anche senza dieta ed esercizio fisico, ma gli effetti erano comunque minimi (tipo 2 chili in un mese).

“Nella maggior parte dei casi, almeno che non si cambi dieta e si faccia esercizio, nessun integratore avrà una grande efficacia sulla diminuzione di peso” ha affermato Melinda Manore. La sua classificazione degli integratori per dimagrire ha suddiviso questi in 4 categorie:

  • I blocca grassi
  • Gli stimolanti
  • I brucia grassi
  • I sazianti.

La studiosa ha dimostrato che con la maggior parte di questi prodotti si ottiene una perdita di peso non superiore ad un chilo, rispetto a chi assume un placebo.

La vera chiave per perdere peso secondo la Manore, è mangiare cereali, frutta, verdura, carne magra e ridurre gli zuccheri e i grassi. Insieme a questo ci vuole anche un costante e buon esercizio fisico. Aggiungere un integratore alimentare sicuramente sarà di aiuto, ma senza gli altri elementi perdere peso rimarrà quasi sicuramente un illusione.

Gli studi sulla Garcinia Cambogia

Quando si parla di integratori per dimagrire non si può non aprire una parentesi su uno dei più chiacchierati tra questi: la Garcinia Cambogia. Le 4 categorie utilizzate dalla ricercatrice Melinda Manore fanno abbastanza riflettere sulla Garcinia Cambogia che effettivamente rientra in tutte! Chi conosce un po’ questa pianta e il suo principio attivo, l’acido idrossicitrico, sa che i suoi effetti sono molteplici. Il primo è quello saziante ed è il motivo che spinse i ricercatori ad approfondire le ricerche sulla Garcinia Cambogia. Il secondo effetto è quello che l’acido idrossicitrico ha sul fegato, ossia l’inibizione della formazione di nuovi grassi (o blocca grassi). La terza particolarità invece è quella della spinta metabolica data dal suo effetto brucia grassi, che agevola il dimagrimento. E infine ha anche una funzione positiva come stimolante, in quanto migliora l’umore e grazie a questo stimola l’organismo ad andare avanti in quello che sia la strada verso la perdita di peso.

Queste sono caratteristiche a lungo studiate da ricercatori mondiali e praticamente tutti hanno confermato l’efficacia della Garcinia Cambogia per dimagrire. Con questo però non vogliamo screditare lo studio della Manore sugli integratori per dimagrire, anzi. Anche la Garcinia Cambogia per essere davvero efficace deve essere parte integrante di un programma basato principalmente su un regime alimentare ipocalorico e sull’attività fisica. La differenza è che grazie alla Garcinia Cambogia, per perdere i chili non servirà lo stesso rigore di un regime alimentare drastico, perché la sua efficacia amplificherà fino a 4 volte il potere dimagrante di una dieta meno rigida.

Leave a Reply